Slot Machine Online, gli aspetti legislativi di un gioco tanto discusso

Le tappe che partendo dal 2011 hanno portato all’ingresso delle slot machine online sui casinò italiani. Le vicende delle slot dalle sale VLT ai casinò legali AAMS.

Il biennio 2011-2012 si è rivelato molto importante per la legislazione italiana in fatto di giochi a distanza. Infatti, l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato (AAMS) e il Governo Italiano hanno proceduto a legiferare su due elementi che hanno profondamente rivoluzionato il gioco d’azzardo legalizzato nel territorio. Ciò è avvenuto in una condizione politica particolare, con una legislatura e due governi (Governo Berlusconi e Governo Monti), perciò si può dire che vi è stata una sorta di continuità.  I due elementi a cui si fa riferimento sono la legalizzazione del gioco in modalità cash e l’ingresso delle slot machine online nell’offerta dei portali italiani dedicati al gioco a distanza.

Nel luglio del 2011 si è proceduto a rendere legale il gioco in modalità cash, ovvero una modalità che consente di sedersi ad un tavolo con una quantità di credito (e non di chips) a scelta e di poter abbandonare il gioco quando si desidera. Questa modalità era fondamentale sia per il cosiddetto “poker cash” che per tutti i giochi da casinò (blackjack, roulette, baccarat ecc.).

Dal 3 dicembre del 2012, inoltre, si è provveduto a rendere legali le slot machine online per soldi veri. Queste prevedono gli stessi meccanismi e logiche di quelle presenti negli esercizi commerciali e nelle sale VLT, ma con payout più alti ed un’offerta molto ampia. Il sito specializzato in casinò online Topcasino.it ha seguito con molta attenzione l’evolversi della situazione legislativa concernente le slot machine online AAMS ed ha offerto nel tempo spunti interessanti per le interpretazioni sul ritardo di presentazione delle stesse.  Infatti, così come si evince dal sito Topcasino.it (che offre, tra l’altro, una panoramica sulle promozioni dei casinò online legali AAMS) , il ritardo può essere attribuito alla concorrenza che lo stesso Stato Italiano effettua al mercato delle slot machine online, in quanto lo stesso Stato guadagna notevolmente attraverso l’IVA sulle giocate alle slot machine reali.

Ad ogni modo, l’ingresso delle slot machine online nell’offerta dei casinò online ha sicuramente chiuso il cerchio di una liberalizzazione del mercato degna di un paese dell’Unione Europea.